16 marzo 2016 Beentouch

Scegli lo smartphone con la fotocamera perfetta

Share
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tutti abbiamo la fotocamera nello smartphone

Abbiamo tutti una macchina fotografica, o quasi

Nella tasca dei pantaloni, in borsa, sempre con noi. Grazie a quei piccoli tondini che stanno nella parte superiore e posteriore di nostri smartphone siamo in grado di catturare i momenti più importanti quasi istantaneamente (senza cercare la macchina fotografica) e videochiamare con chi vogliamo, tutto grazie a questo piccolo accessorio ormai indispensabile che si trova in tutti i nostri dispositivi.

Ma sono tutte uguali? Vediamo cosa fa la differenza per scegliere il miglior supporto per vedere e farci vedere dai nostri cari lontani.

La battaglia dei megapixel

La fotocamera del mio smartphone ha 20 megapixel, quindi è meglio della tua che ne ha 13“. Quante volte abbiamo sentito questa frase pronunciata da qualche amico per vantarsi del nuovo acquisto? Beh, in realtà quell’amico forse è poco informato.

I megapixel, in realtà, non sono tutto. Servono a catturare elementi dell’immagine e quindi “più sono e meglio è” è vero solo nella misura in cui “più sono, più ad alta risoluzione sarà lo scatto”. È un parametro utile se il nostro scopo è stampare delle foto molto grandi o riprodurle su schermi di grosse dimensioni (leggi di più qui). Se invece ci interessa un’immagine che sia di qualità maggiore, il fattore da considerare è un altro.

Sensore, amico mio

Ciò che incide maggiormente in fattori come la qualità dell’immagine è proprio il sensore. Questo è responsabile della cattura della luce, della fedeltà nella riproduzione dei colori e dell’armonia generale della foto o dell’immagine che viene ripresa ed inviata alla persona con cui stiamo videochiamando.

I sensori delle fotocamere degli smartphone sono ovviamente miniaturizzati per essere inseriti nel dispositivo ed occupare solo lo spazio del tondino nero che vediamo. Non potranno mai avere una qualità paragonabile a quella di una fotocamera professionale o a quella di una compatta, ma migliorano sempre più.

Tornando un attimo ai megapixel di cui è dotato il sensore, vale una regola generale:

non è tanto il numero in sé, ma la grandezza degli stessi.

Sì perché aumentando la quantità di luce che viene catturata, la resa generale migliora. Per questo alcuni produttori come HTC ha sperimentato una fotocamera per smartphone con 4 ultrapixel, che avrebbero una resa maggiore rispetto ad un numero più alto di pixel in grado di assorbire una quantità di luce minore. Al Mobile World Congress 2016 a Barcellona (ne abbiamo parlato QUI) Samsung ha presentato i suoi nuovi S7 ed S7 Edge con una fotocamera da 12mp di fattura più ampia rispetto a quella da 16mp che avevamo visto sull’S6.

Software e hardware

Molto, nella qualità e nella resa dipende da come l’applicazione della fotocamera gestisce quest’ultima. Se il sensore vi guarda mentre videochiamate, l’app poi ha il compito di elaborare al meglio quanto visto per poi passarlo all’altra persona in tempo reale. Lo stesso vale per lo scatto!

Che stiate scegliendo la migliore foto del profilo, catturando un panorama mozzafiato o videochiamando, in Beentouch speriamo di avervi chiarito le idee.


Share
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tagged: , , , , , , , , , , , , , ,