17 maggio 2016 Beentouch

La comunicazione digitale vale + 1,5%

Share
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Cresce il digitale in italia

I dati: da poco negativi a positivi

L’Italia è uno dei paesi che, contro le apparenze, ha un ruolo ben definito nell’innovazione attraverso il digitale. Lo stivale è ricco di menti, idee e centri di sviluppo; tutti elementi che fanno sì che dal nostro paese nascano nuove soluzioni spesso poi adottate in diversi paesi del mondo.

Il fervore e la possibilità di realizzare grandi progetti dipendono strettamente dalla capacità di un paese di fare leva sulle tecnologie digitali per essere competitivi col resto del mondo.

Stando a questo articolo di corrierecomunicazioni.it, il valore generato dal digitale in Italia nell’ultimo anno ha inciso positivamente per il +1,5% sull’economia del paese. Nel 2015 lo stesso valore era +1,1%. Una bella inversione di tendenza rispetto al calo del -1,4% che si registrava nel 2014, dove vi erano molti spunti interessanti ma si faceva fatica a tradurli in risultati che potessero pesare sulla bilancia.

Gli addendi della somma

Abbiamo detto che il trend è quello giusto: potenziare gli effetti del digitale per dare una marcia in più all’economia tricolore.

Come ci si sta riuscendo?

Da sempre i nostri ricercatori, scienziati e professionisti di alto livello sono conosciuti in tutto il mondo per l’innovazione nei metodi e i risultati delle ricerche. Un esempio è la rete 5g, per la realizzazione della quale stiamo contribuendo attivamente. Ma…

Il digitale non è una cosa a sé, è un collante che mette tutti insieme in una corsia preferenziale.

Così come lo è la comunicazione.

Il VoIP amplia le possibilità che le aziende hanno di comunicare in maniera più economica ed efficiente, anche con l’estero.

E quando le imprese sono nuove l’effetto è ancora più ampio. Seppur ancora con una certa distanza rispetto ad altri ecosistemi, in Italia si sta facendo molto.

TIM#WCAP da diversi anni fa da talent scout per le nuove idee che possono diventare impresa e ne finanzia e cura gli aspetti iniziali con un percorso di accelerazione. Quest’anno, in linea con il segno positivo di cui stiamo parlando, aumenta l’importo erogato ad ogni nuova startup. Se non le nuove imprese, chi fa sviluppo?

Proprio le startup, quelle che iniziano a far parlare di sé per innovatività e potenziale (ma anche risultati concreti), contribuiscono a determinare alcuni luoghi centrali che possono fare da traino grazie al digitale. Uno di questi è Catania, dove noi siamo partiti e portiamo avanti il nostro business, come ben descritto da StartupItalia! (leggi: Chi sono gli attori dell’innovazione a Catania in 10 punti essenziali).

Siamo solo all’inizio:

Cosa si può fare? Analisti ed esperti (ma anche il buon senso) suggeriscono che questo segno positivo non è un punto di arrivo ma di partenza. Iniziano ad incastrarsi le mosse giuste verso un decisivo cambiamento ed applicazione del potenziale in risultati concreti.

 

 


Share
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tagged: , , , , ,